Federica Mormando a  Bookcity sabato 17 novembre

17 Novembre 2018 dalle 10 alle 11, presso il Circolo Filologico (Via Clerici 5-Milano).

Parole, musiche, poesie, col contorno di una piccola mostra di pitture e fotografie. Federica Mormando presenterà “i talenti non misurabili e i talenti degli adulti” con Lucrezia Zaffarano e Luisa de Ponti
Non è il Q.I. l’unico detector dell’intelligenza: il pensiero intuitivo, il pensiero creativo, i doni artistici sono altrettanto importanti e non sempre coincidono con un Q.I. fenomenale; soprattutto sono liberi, non misurabili.
Come si scoprono? Come non mortificarli e aiutarne lo sviluppo, in bambini ed adulti? Adulti che hanno scoperto “tardi” talenti artistici hanno realizzato opere di valore, alcune qui in esposizione.
Al piano Ani Martyrosian e Chiara Torlaschi, violoncello Chiara Torlaschi, flauto Giorgia Natale.
In esposizione opere di Simonetta Marchesi (foto), Gianni Bianchi ed Elisa Torlaschi (dipinti), Federica Mormando (Musiche).

Scarica il volantino in PDF

Eurotalent Italia ha lo scopo di riconoscere bambini, ragazzi e adulti – ad alto potenziale intellettivo.

Per quanto riguarda i bambini, di attuare e suggerire una didattica a loro adatta e di informare sulla loro realtà e sulla loro situazione nella scuola e con i coetanei.

Per quanto riguarda gli adulti, molti sono stati bambini ad alto potenziale intellettivo non riconosciuti e molti hanno capacità che non hanno potuto ma ancora possono sviluppare: riconoscerle può essere importante, per soddisfazione personale e per indicare una seconda professionalità.

SEMINARI E CORSI

Eurotalent Italia organizza anche su richiesta seminari che consentono l’approfondimento di tematiche legate alla superdotazione intellettiva in fase prescolare e scolare. Sono dedicati a chi lavora con bambini e adolescenti, a insegnanti, a genitori.

Si organizzano anche alcuni seminari e incontri per bambini, ragazzi e adulti, di cui viene via via data comunicazione. (vedi Piccola Accademia di Arti e Pensiero)

LA STORIA DELL’ASSOCIAZIONE

Era il 1984 quando Federica Mormando fondava in Italia la scuola Emilio Trabucchi, dedicata ai bambini ad alto potenziale intellettivo. Nel 1989 portò al primo convegno internazionale di Eurotalent una relazione sulla scuola Emilio Trabucchi, che nel 1993 dovette chiudere per difficoltà economiche. È allora che Federica Mormando fondò la sezione italiana di Eurotalent, che ancora presiede. Nel 1996, a Carisio, Eurotalent Italia organizzò il primo convegno internazionale italiano sul tema “Il talento: un patrimonio per tutti”.

L’apertura della sezione italiana di Eurotalent è stata importante per la diffusione in Italia della conoscenza della realtà dei bambini ad alto potenziale intellettivo e per la lotta contro i pregiudizi che li circondavano e ancora li circondano.

Il lavoro di Eurotalent è stato fondamentale in Europa e nel mondo per la conoscenza dei problemi dei bambini intellettivamente superdotati, sia a livello divulgativo, sia a livello degli organismi internazionali.

Per statuto Eurotalent s’impegna nell’assistenza educativa a bambini, adolescenti e adulti ad alto potenziale intellettivo, sostenendo azioni di informazione e formazione adeguate. Nell’ottica di prevenzione per la salute, svolge, incoraggia e sostiene la ricerca teorica e applicata, portando il proprio contributo alla conoscenza delle procedure per il riconoscimento dell’alto potenziale intellettivo e organizzando incontri e collaborazioni fra diversi Paesi. Associazioni e organizzazioni che aderiscono a Eurotalent appartengono a Belgio, Francia, Germania, Italia, Kazakistan, Olanda, Portogallo, Romania, Russia, Scozia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria e Yakutia. Da una partnership tra i rappresentanti delle associazioni che compongono il Comitato e gli organi di rappresentanza del Consiglio d’Europa sono nate iniziative ad esso collegate, di cui voglio ricordare le tappe essenziali:

1990 – Jung pone la Proposta di risoluzione n. 6.247 riguardante i bambini nei primi mesi di frequenza scolastica.

1991 – Si svolge a Nimega, nei Paesi Bassi, il workshop sui bambini iperdotati.

1992 – Eurotalent ottiene lo statuto consultivo presso il Consiglio d’Europa.

1994 – L’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa vota la Raccomandazione n. 1.248 relativa alla formazione scolastica dei bambini intellettivamente superdotati.

1998 – Eurotalent riceve l’autorizzazione a presentare reclami collettivi.

1999 – Da questo anno Eurotalent partecipa ai lavori del Raggruppamento Sanità e Prevenzione in materia di salute degli Stati membri del Consiglio d’Europa.

2005 – Eurotalent è dotato di statuto partecipativo presso il Consiglio d’Europa.

Eurotalent partecipa ai lavori di varie commissioni, fra cui la Commissione sui Diritti umani e la Commissione Scienza, Cultura ed Educazione.

È recente il ventesimo anniversario della Convenzione internazionale sui Diritti del Fanciullo, approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, ratificata fino a oggi da 190 Paesi, fra i quali l’Italia (con la Legge 27 maggio 1991, n. 176). La convenzione afferma che uno dei diritti fondamentali del bambino è «il diritto a essere capito».

Notizie in evidenza

Addio Jean!

Il 5 luglio 2018 è morto a Tours Jean Brunault. Il fondatore di Eurotalent, l’amico da trent’anni, uomo illuminato, generoso, animato da una volontà vera di migliorare la sorte di bambini intelligenti e di una costanza, acutezza e rigore nella ricerca non c’è più. Lo salutiamo, non lo dimentichiamo. Lo pensiamo,